Hackademicamente. LioTRUE: Unict contro le fake news

Il 24 aprile 2018 alle ore 9.00 nei locali dell’Auditorium “Giancarlo de Carlo” del Monastero dei Benedettini verrà dato il via al progetto Hackademicamente, che vede coinvolti il DISUM (Dipartimento di Scienze Umanistiche), il COF&P (Centro Orientamento Formazione e Placement) e il C-Lab Catania in una collaborazione con il Web Marketing Festival (WMF)

Il WMF è il più importante evento italiano sull’innovazione digitale in programma dal 21 al 23 Giugno a Rimini, dove sono attesi oltre 400 tra speaker e ospiti da tutto il mondo che interverranno sui principali temi legati al mondo del digitale. L’evento, che lo scorso anno ha registrato oltre 12.000 presenze, quest’anno si presenta come un contenitore di oltre 50 eventi, con più di 30 sale formative e 20 iniziative, tra cui il Fake News Hackathon, tra le principali novità di questa sesta edizione. 

L’obiettivo del progetto Hackademicamente è quello di organizzare un ciclo di seminari a cui possono partecipare gli studenti di ogni ordine e grado dell’Università di Catania, per prendere dimestichezza con i temi e le metodologie di lavoro del Fake News Hackathon del WMF, una gara a cui possono prendere parte differenti profili professionali, con l’obiettivo di far emergere progetti  innovativi e ricercare soluzioni concrete rispetto ad un determinato tema.

Il tema di quest’anno sono le Fake News, argomento che negli ultimi anni ha conosciuto una rapida ascesa, generando un notevole impatto socio - economico trasversale a tutti i settori.

Per questo motivo il progetto Hackademicamente avrà come titolo “LioTRUE: l’Università di Catania contro le fake news” e i seminari che si svolgeranno da maggio a giugno avranno come focus l’analisi delle bufale e della disinformazione online dal punto di vista sociologico, informatico e delle strategie di comunicazione.

Gli incontri saranno curati da Davide Bennato, Dipartimento di Scienze Umanistiche,  da Simone Faro e da Sebastiano Battiato del Dipartimento di Matematica e Informatica e da Marco Galvagno, Dipartimento di Economia e Impresa, che faranno anche parte del comitato scientifico.

Gli studenti partecipanti, organizzati in team interdisciplinari, saranno chiamati a confrontarsi su questi temi da diversi punti di vista e si cimenteranno nella proposta di soluzioni innovative per combattere il fenomeno delle fake news.
Il team che avrà proposto il modello più innovativo sarà selezionato da un comitato scientifico e potrà partecipare il 23 Giugno al Fake News Hackathon direttamente a Rimini durante il Web Marketing Festival.

Per partecipare è necessario prenotarsi al link https://bit.ly/2HR7wsI entro il 1 maggio 2018.