#1 Incontro - Ph.D Days 2020 V Ed.

Giovedì 20 febbraio alle ore 15.30 si terrà il #1 incontro del ciclo di seminari “Ph.D Days 2020 V Edizione”, presso l’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Università.

Per partecipare è necessario prenotarsi. PRENOTATI

La giornata avrà inizio con i saluti istituzionali del Rettore, Francesco Priolo, del Delegato alla didattica delle scuole di specializzazione, master e dottorati di ricerca, Fabio Galvano, e del Presidente del Centro Orientamento Formazione & Placement, Nunzio Crimi.

Seguirà il seminario dal titolo “La valutazione della qualità della ricerca” a cura del Prof. Salvatore Baglio Delegato alla Ricerca: Coordinatore/Ambito tecnico-scientifico.

La valutazione è un concetto determinante per l’ottimizzazione dei processi. In assenza di adeguate misurazioni del grado di raggiungimento degli obiettivi, e quindi di “valutazioni", è impossibile mettere in atto un qualunque processo di miglioramento. Questi concetti sicuramente interessano anche il settore della ricerca pubblica e la valutazione della qualità ricerca è quindi di fondamentale importanza perchè ha lo scopo di produrre parametri quantitativi atti a stimare le ricadute degli sforzi profusi. Nella presentazione saranno trattati temi quali la problematica della valutazione dei prodotti della ricerca,  il concetto di peer review, i principali indicatori bibliometrici. Si parlerà quindi anche dello scorso esercizio di valutazione VQR 2011-2014 e del nuovo VQR 2015-2019 al quale saremo tutti chiamati a rispondere nei prossimi mesi. Alcune considerazioni sulla definizione di impatto dei prodotti della ricerca e sulle modalità di utilizzo dei risultati della valutazione concluderanno la presentazione.

Il ciclo di seminari Ph.D.Days, giunto quest’anno alla V edizione, è nato per offrire ai dottorandi di ricerca e giovani ricercatori strumenti efficaci per gestire la propria attività di ricerca, sia durante il percorso formativo dottorale sia nella futura carriera universitaria o eventualmente nel mondo extra-accademico, nelle cosiddette professioni di ricerca. 

Si affronteranno infatti tematiche “trasversali” che riguardano, per citarne alcune:

  • la redazione di articoli scientifici, 
  • i canali di accesso al MDL e le strategie di utilizzo 
  • stesura di progetti di ricerca e le modalità di partecipazione a bandi competitivi per l’ottenimento di risorse finanziarie,
  • la divulgazione e la comunicazione efficace della ricerca, attuata anche attraverso canali non tradizionali quali ad esempio i social media, 
  • il personal branding, 
  • la proprietà intellettuale e la brevettabilità dei risultati della ricerca