MAT-ITA

Potenziamento delle competenze linguistiche e matematiche per studenti delle scuole secondarie di II grado e prevenzione degli Obblighi Formativi Aggiuntivi (O.F.A) al primo anno del percorso universitario. 

PER UNA DIDATTICA CONGIUNTA SCUOLA-UNIVERSITÀ

Il Decreto 22 ottobre 2004, n.270   all’art. 6 (Requisiti di ammissione ai corsi di studio) prevede che per l’ammissione ai corsi di laurea, oltre al possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, si debbano verificare le conoscenze ritenute utili per affrontare i percorsi universitari. A tal fine i regolamenti didattici di ciascun Ateneo, oltre a definire le conoscenze richieste per l'accesso e a determinarne le modalità di verifica, devono prevedere «attività formative propedeutiche, svolte eventualmente in collaborazione con istituti di istruzione secondaria superiore». In ogni caso gli Atenei, dopo le prove d’ingresso possono assegnare allo studente specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare entro il primo anno di corso. Tali obblighi formativi aggiuntivi sono assegnati anche agli studenti dei corsi di laurea ad accesso programmato, ammessi ai corsi con una votazione inferiore ad una prefissata votazione minima. D’altra parte, il non aver contratto obblighi formativi, ovvero averli assolti, non sempre assicura che lo studente frequenti con profitto le lezioni e abbia successo agli esami del primo anno.

L’Università di Catania - su iniziativa della delegata alla didattica, prof.ssa Bianca Maria Lombardo, del Centro Orientamento e Formazione (C.O.F.) e dei Dipartimenti di Matematica ed Informatica e di Scienze Umanistiche dell’Ateneo – ha deciso di avviare il progetto MAT-ITA, che ha lo scopo di promuovere in modo sistematico il consolidamento di due delle competenze chiave per la cittadinanza attese al termine dell’istruzione obbligatoria (DM 139 del 22 agosto 2007): LE COMPETENZE TESTUALI E COMUNICATIVE NELLA LINGUA ITALIANA E LE COMPETENZE LOGICO MATEMATICHE, creando così un raccordo effettivo e sistematico tra didattica della lingua italiana e della matematica e tra Scuola e Università.

Il progetto MAT-ITA è basato su una esperienza decennale di contatto con le Scuole attraverso progetti miranti alla prevenzione degli obblighi formativi aggiuntivi, soprattutto in competenze di base quali quelle in LINGUA ITALIANA e in MATEMATICA, come ad esempio il Progetto COMPLINESS (Università di Catania e Università di Roma Tre anni 2004-2008 e 2014) e il Progetto Nazionale Lauree Scientifiche, in seguito denominato Piano Nazionale Lauree Scientifiche (PLS, 2005-2014), in fase di avvio del terzo ciclo. Il progetto MAT-ITA - scaturito anche dell’esame dei risultati delle prove d’ingresso dell’anno accademico 2014/2015 - intende sviluppare la collaborazione con gli Istituti Superiori di Catania, Siracusa, Ragusa, Enna, Caltanissetta rafforzando il dialogo con i docenti in materia di didattica, di verifica e di valutazione di conoscenze, abilità e competenze. Il progetto, attraverso la costruzione di un doppio sillabo condiviso – relativo alle competenze linguistiche e testuali e a quelle logico-matematiche – mira a condurre i ragazzi del penultimo e dell’ultimo anno della scuola superiore verso uno standard che consentirà loro di conseguire in anticipo una certificazione di competenze utili per l’ingresso all’università, di frequentare con profitto le lezioni e di superare con successo agli esami scritti e orali del primo anno. 
Si è ben consapevoli che bisognerà lavorare secondo modalità didattiche in linea con i nuovi assetti cognitivi dei giovanissimi, altamente esposti alle modalità comunicative di Internet con smartphone e tablet, bombardati da flussi informativi non facilmente segmentabili e interpretabili in modo critico. In tale contesto appare opportuno promuovere una didattica metacognitiva e condivisa tra docenti e discenti, a tutti i livelli del percorso formativo.